Abbiamo lanciato la proposta delle primarie nei collegi. E siamo già a 20mila firme. Cifra tonda, di una certa consistenza. Ma si va avanti per afferma il diritto alla scelta. Perché «la vera democrazia è poter decidere, non accettare le decisioni di altri», come scrive Sabrina Mingardo nel firmare il nostro appello. Perché «questo sia l’inizio di una politica fatta di meriti e non di imposizioni», come scrive Claudio Cazzoli, ma anche perché c’è bisogno che «il Partito Democratico si dimostri all’altezza del proprio nome…», come scrive Leonardo Moretti. Speranze e aspirazioni a una politica più vicina ai cittadini, più partecipata, più nostra…

«Scegliamo noi, scegliete voi chi volete in Parlamento. Non lasciate che siano i partiti a imporre i candidati. E’ poco? No, è moltissimo. Provate a pensare a quello che succederebbe: sareste davvero alla guida. Il resto – il programma, le scelte concrete, quelle tattiche e strategiche – non potrebbero più prescindere dalla voce di quelli che voi stessi avete indicato. Sarà questa da oggi la nostra campagna. L’appello che trovate in prima pagina non porta firme illustri, niente premi Nobel né cantanti, per una volta. Niente sponsor politici di questa o quell’area. I firmatari dell’appello siete voi. Per aderire, cliccate sul link sottostante e firmate l’appello»

QUI per aderire

Annunci