Nelle mie scuole elementari c’era una bambina che aveva il papà disabile.
Era privo di entrambe le mani.
Ricordo che noi quando lo vedevamo scappavamo spaventati. Finché mia madre un pomeriggio mi parlò a modo suo della civiltà e dell’accettazione degli altri.
Poi non ebbi più paura.

Annunci