Io e teNon volevo scrivere nulla su questo libro, perchè mica si può sempre avere qualcosa da dire.
Poi si legge davvero in due ore, è ben scritto, storia carina e bla bla.

Però ho avuto una strana sensazione perchè ho letto che qualcuno ha definito Ammaniti come “profondo conoscitore della psicologia degli adolescenti”, ma nelle prime pagine c’è un quattordicenne che chiede alla mamma quale profumo porta perchè vuole farci il bagno dentro e averlo sempre addosso.
Conosco certi quattordicenni che se sentono il profumo della madre cambiano città e vanno a farsi gli affari propri da un’altra parte.
Ma poi si capisce che è proprio per quel motivo che il protagonista del libro è QUEL quattordicenne… però vabè, questo è quello che mi ha comunicato.

Fatto sta che ieri ho accompagnato il mio cucciolo ad una festa di compleanno.
C’era un quattordicenne, che, stufo come è giustamente un quattordicenne alla festa del cuginetto che compie tre anni, ad un certo punto si è alzato, ha abbracciato la madre, le ha dato un bacio sonoro le ha detto “bbbella!” (si vedevano proprio le tre b che uscivano dalla bocca).

E allora si. E’ proprio possibile che esistano quattordicenni come questo Lorenzo.

Annunci