In the wee, wee hours
That's when I think of you
In the wee, wee hours
That's when I think of you
You say, but yet I wonder
If your love was ever true

In a wee little room
I sit alone and think of you
In a wee little room
I sit alone and think of you
I wonder if you still remember
All the things we used to do

One little song
For a fading memory
One little song
For a fading memory
Of the one I really love
The only one for me

Questo non è molto conosciuto… è un bluesetto “smielato” e poi l’autore non è nemmeno così simpatico come vuole far credere. Però che ne so… ogni volta che lo ascolto rimango imbambolato di fronte una scena familiare.

Un ragazzetto, quattordici anni al massimo, magrissimo e con taaaanti capelli. E’ senza scarpe, ha un paio di boxer e una t-shirt col logo GN’R. Deve essere appena finita la scuola perchè nonostante l’abbigliamento palesemente estivo ha la carnagione chiarissima; è evidente la scarsa permanenza al sole. Siede a gambe incrociate su un divano rosso di pelle, davanti a lui un televisore trasmette immagini prese da una VHS ormai troppo usurata. C’è Chuck Berry, quello di “Johnny B. Goode”, che presenta il suo pezzo facendo salire un ospite sul palco. Chiama Clapton “man of the blues”, quasi a sottolineare il suo non essere “blues-man”. Lui arriva imbracciando una L5, stranamente sorride. Con il suo incontenibile calore umano saluta il pubblico con un gesto e spostando addirittura il plettro sulla sinistra.
Parte il turn-around “tadada-tadada-tadada-tà tutùttummm”.

Il pischello ancora non sa che dopo tre anni la Castiglia che ha in mano gli verrà rubata da un maledetto. E’ una classica di terza categoria, per lui una Les Paul del ’56.

Aspetta ad occhi chiusi che finisca il turn-around, perchè poi c’è quella pausa brevissima che contiene tutto. E’ un attimo che fa sognare, respirare, fa sentire la puzza di zolfo dei diavoli blu che si avvicinano…

E lui una cosa sola sa fare su quelle corde di budello: una posizione pentatonica.
L’attacca e inizia a sognare quelle ore piccole piccole in quelle piccole piccole stanze…

la versione originale per gli intenditori:
youtube.com/watch?v=RQYB7Cvu-pE

Annunci